Servizi

Cooperativa sociale OfficineVispa

Nel 2013, a 20 anni dalla fondazione dell'Associazione La Vispa Teresa e a 10 dalla nascita del primo progetto di sviluppo di comunità, per riuscire ad alzare il livello del proprio intervento sociale e culturale attraverso una maggiore professionalizzazione dei propri operatori e una più incisiva logica imprenditoriale, l’associazione La Vispa Teresa ha incentivato e supportato la costituzione della cooperativa sociale OfficineVispa.
Di seguito puoi trovare i servizi offerti sul territorio.

  • Doposcuola

  • Cucinare

  • Tombola

  • Ecolab

  • Pasta fatta a mano

  • Orto

La Vispa

La Vispa

Il centro vi offre un'importante opportunità per conoscervi e stare insieme, accompagnandovi nel vostro processo di crescita. Alla Vispa vengono proposte attività strutturate ed esperienze di gruppo dove potete esprimere la vostra personalità ed acquisire un alto grado di autonomia e responsabilità. L'attività si svolge attraverso l'aggregazione in gruppi di interesse che promuovono la partecipazione alla vita di comunità. La struttura è un punto di riferimento per i giovani del quartiere Ortles-Similaun e Casanova.

Al centro vengono proposte attività ludico ricreative, ma anche gruppi d'ascolto e confronto, che sfociano spesso nell'elaborazione di progetti. Gli ampi spazi comprendono sala giochi, sala polifunzionale e parco giochi nelle vicinanze. Alla Vispa vengono anche proposti campeggi e soggiorni formativi.

La Rotonda

La Rotonda

La Rotonda nasce nel 2006 su richiesta dell’Ufficio Famiglia, Donna e Gioventù del Comune di Bolzano, come forma d’intervento socio-culturale capace di contrastare elementi territoriali di criticità attraverso processi di rigenerazione e riqualifica urbana, di partecipazione e di sviluppo di comunità. Nel 2007, grazie ad alcune peculiarità espresse dai diversi progetti (in particolare l’innovazione e la qualità), i servizi di sviluppo di comunità da noi gestiti vengono riconosciuti dalla Provincia di Bolzano come meritevoli del primo premio della prima edizione dell’inziativa Kultura Socialis.

Da allora, in questi 10 e più anni il progetto/servizio non ha mai abbandonato la sua doppia natura (sociale e culturale), arrivando - grazie anche all’estrema variabilità delle proposte (e a un buon numero di volontari)- a coinvolgere un numero molto alto di cittadini, in un dialogo costante tra tutte le parti coinvolte.

Svi.Co.Land

Svi.Co.Land

Svi.Co.Land è il nome del primo progetto di Sviluppo di Comunità cittadino avviato nel 2003 dall’Associazione La Vispa Teresa insieme allo sforzo congiunto di altre realtà sociali.

Il progetto nasce nella zona Ortles-Similaun, la stessa in cui ha sede il punto di incontro e in cui lavora La Vispa da diversi anni. E’ proprio a partire dagli stimoli dei giovani e delle famiglie che nasce l’idea di coinvolgere l'intera comunità rionale per favorire momenti di incontro e scambio intergenerazionale, interventi socio-culturali e percorsi legati a temi di rilievo per la zona e i residenti stessi quali il senso civico, gli stili e le storie di vita.

La sede in cui quotidianamente si svolgono le attività è un vero e proprio salotto di quartiere, uno spazio gestito in maniera familiare e preso in carica dagli stessi cittadini che vivono nella zona. Le proposte e i progetti sono portati infatti avanti da numerosi cittadini attivi che, grazie al loro impegno e tempo, riescono a mantenere un solido rapporto con la comunità territoriale a cui loro stessi appartengono facendosi portavoce degli interessi, delle esigenze e facendo emergere le risorse e le potenzialità del territorio e delle persone che lo vivono.


CasaNova

CasaNova

Nel 2010, quando i cantieri sono ancora aperti e solo i primi alloggi consegnati, nasce, come evoluzione di Svi.Co.Land, il progetto di Sviluppo di Comunità Casanova.

Il progetto rappresenta una nuova sfida per la cooperativa, in quanto il rione porta con sé delle caratteristiche tutte nuove e molto diverse rispetto a quelle della limitrofa zona Ortles-Similaun e de La Rotonda. Casanova infatti oltre ad essere connotato e conosciuto per le proprie peculiarità architettoniche e i suoi colorati condomini “a castello di classe clima A” è caratterizzato dalla composizione molto eterogenea e giovane degli abitanti. I principali progetti sviluppati negli anni insieme ai cittadini riguardano, infatti, i temi dell’ecologia e della sostenibilità, della famiglia e della convivenza. Negli anni la cooperativa ha lavorato molto per il coinvolgimento di altre forze presenti sul territorio o comunque nel quartiere proprio per riuscire, attraverso un lavoro di rete e sinergico, non solo a rispondere alle esigenze di un territorio così complesso ma soprattutto a far emergere le potenzialità e le molteplici risorse intrinseche.

Il progetto non ha una vera e propria sede di riferimento sul territorio Casanova e pertanto le attività vengono svolte per lo più in una saletta condominiale messa a disposizione da Ipes, negli spazi verdi del rione (orto di comunità e progetti animativo-culturali durante tutto il corso dell’estate) e nella vicina sede di Svi.Co.Land.

Oltri.svico / Vivi Maso della Pieve

Oltri.svico è il progetto di sviluppo di comunità del rione Maso della Pieve. Vivi Maso della Pieve é un luogo aperto a tutti i cittadini, uno spazio di partecipazione attiva ed un luogo accessibile, accogliente e generativo di incontri. é uno spazio di tutti, ma sede esclusiva di nessuno, un contenitore di molteplici progettualità, luogo intermedio tra pubblico e privato radicato nel quartiere.

Il Team di OfficineVispa

  • Andrea Sacchet
  • Elena Dobosz
  • Gianluca Tenin
  • Mafi, Maria Reyes
  • Lorenza Faccin
  • Xenia Trojer
  • Giuseppe Elia
  • Sergio Previte
  • Rachele Sordi
  • Andrea Sacchet

    Andrea Sacchet

    Direttore


    Sono un operatore socio-culturale, con una lunga esperienza legata alla ricerca, alla formazione e alla progettazione in particolare nell’ambito della promozione territoriale. Ho una laurea triennale in educazione socio-sanitaria e una laurea magistrale in sociologia e ricerca sociale, con una specializzazione specifica per quanto riguarda le storie di vita, sia dei singoli che delle comunità, i processi di partecipazione e di riqualifica urbana, e l'agricoltura sociale e di comunità. Sono socio fondatore della cooperativa sociale OfficineVispa di cui oggi ne sono anche direttore. Ho 2 figli, una splendida compagna e una passione "smodata" per le lunghe vie di Cammino e per l'isola d'Elba.
  • Elena Dobosz

    Elena Dobosz

    Amministratrice


    Mi definisco una persona “multitasking” per via dei miei molti interessi. Due in particolare, quello per la natura, mi ha spinto ad approfondire la filosofia dell’Upcycling come arte di dare nuova vita a cose dismesse e quello per le tecnologie che mi spinge a capire come ottimizzare molti processi delle attività quotidiane per evitare gli sprechi di risorse e di tempo. Il lavoro amministrativo unito alla mia esperienza in campo pedagogico mi porta a cercare le connessioni tra due mondi apparentemente distanti dell’ambito sociale. Passioni: Canto, creativà, cure con le erbe.
  • Gianluca Tenin

    Gianluca Tenin

    Operatore

    Dopo tanto andare ho deciso di rimanere proprio qui, ripartendo dai quartieri da cui la mia esplorazione del mondo è iniziata. Di formazione linguistico-pedagogica, ho lavorato con giovani e adulti in progetti di educazione formale e non in collaborazione con vari attori socio-culturali in Europa e America Centrale. Credo nel potenziale del gioco e dei progetti artistico-creativi quali strumenti per lo sviluppo di competenze relazionali, di condivisione dei processi di scoperta, di apprendimento e di trasformazione.
  • Mafi, Maria Reyes

    Mafi, Maria Reyes

    Amministratrice


    Da due anni a Bolzano, lasciando l'eterna primavera per queste affascinanti montagne, porto le visioni del sud, maturate durante anni di lavoro nell'ambito della promozione socio-culturale nelle periferie e nel centro di Ciudad de Guatemala attraverso il cinema, l'arte e l'educazione popolare. Credo che queste visioni servano a integrare e ampliare gli sguardi di questo lato del mondo e di farmi sempre sentire a casa così come in Vispa.
  • Lorenza Faccin

    Lorenza Faccin

    Operatrice

    Educatrice di formazione, dal 2009 sono in forza alla Vispa dapprima nell'ambito giovanile come referente del Punto di'Incontro, una vera e propria palestra che mi ha poi spinta con passione verso il vicino progetto di sviluppo di comunità Casanova-Ortles.

    Metto in gioco la mia esperienza nel favorire la nascita e il rafforzamento di un tessuto di relazioni fra gli abitanti del rione sviluppando progetti di respiro interculturale, intergenerazionale e di sostegno alla genitorialità e alla famiglia attraverso una costante e attenta presenza sul territorio e nelle esperienze fuori sede.
  • Xenia Trojer

    Xenia Trojer

    Operatrice

    Cerco di Sfruttare le mie competenze da designer per elaborare progetti creativi in ambiti sociali e di sviluppo di comunità. Vorrei utilizzare il design come mezzo e metodo per costruire relazioni e intessere rapporti e costruire una pratica che combini pedagogia ed educazione con la creatività. Una designer alle prime armi con tanta energia ed entusiasmo!
  • Giuseppe Elia

    Giuseppe Elia

    Operatore

    Epitaffio:
    Nel 2074 venne a mancare Giuseppe di lui ricordiamo i tanti pregi e i progetti che realizzò per citarne alcuni Hasta la vispa siempre , Vispa forever ecc. Lo ricordiamo come formatore d'apprendimento esperienziale ... Ma non abbiamo mai capito cosa facesse. Aveva molti difetti, la lista é lunga quinTi lasciamo perdere.
  • Sergio Previte

    Sergio Previte

    Operatore

    Opero, ricerco e progetto nel lavoro sociale all'interno di progetti culturali e di Sviluppo di comunità per la cooperativa sociale OfficineVispa (di cui sono socio) e come operatore di base. Ho conseguito una laurea in Socio-antropologia ed un master in Mediazione dei conflitti. Collaboro alla costruzione di reti di solidarietà attiva con persone migranti e sui temi dell'agro-economia in Sudtirolo e, non in ultimo... sono padre innamorato di due meravigliose bambine!
  • Rachele Sordi

    Rachele Sordi

    Operatrice

    Coordinatrice del progetto di sviluppo di comunità di Maso della Pieve. Educatrice professionale ed esperta di erbe aromatiche, orti comunitari, ecologia e autoproduzioni. Sono un sole caldo che sprigiona energia cercando di illuminare le oscurità. Sono una tessitrice di relazioni, di trame e di connessioni e una piccola maga che con le sue erbe e i suoi intrugli cerca di migliorare i vari mondi esistenti e la vita delle sue abitanti, insieme alle energie e agli altri essere viventi che convivono con noi sulla terra.

Vision e Mission OfficineVispa

Vision e Mission nella loro attualità intrecciano continuamente le loro declinazioni, sia reciprocamente sia nei rapporti tra la cooperativa sociale OfficineVispa ed i propri progetti-servizi (punto d’incontro giovani e sviluppo di comunità), raggiungendo in questi ultimi una maggiore definizione, pertinenza e ancoraggio alla realtà.

La Vision di cui OfficineVispa è portatrice ruota intorno al concetto di valore: il valore della vita, il valore della persona, il valore della famiglia e delle relazioni, il valore del territorio e dell’ambiente di vita, il valore delle relazioni di prossimità e delle comunità di riferimento. E sono i servizi della cooperativa a farsi carico direttamente della “traduzione” nella realtà: con un’ottica-approccio propositivo al mondo, declinato in particolare nel tema dell’accoglienza; con l’accostarsi ad ogni persona come “unicuum” irripetibile nel rispetto della libertà e dignità di ognuno e cercando di valorizzarne le risorse prima ancora che “focalizzarne i deficit“; favorendo e accompagnando le persone nelle proprie relazioni, da quelle più intime a quelle più lontane, in un doppio processo continuo sia rivolto all’estetica della vita che alla cura; e lo stesso vale per il contesto di vita, con una predilezione ed un interesse verso le diverse forme dello stare insieme e della partecipazione collettiva rispetto a dimensioni individuali e soggettive.

La Mission che ne consegue, in termini generali, richiama l’accompagnamento critico alla vita in un’ottica di “piena realizzazione” delle potenzialità di cui ognuno è portatore attraverso attività e processi formativi, ecologici, culturali, pedagogici, sociali, civici e ludico-ricreativi.

Nella specificità dei servizi, la Mission si sviluppa nelle seguenti finalità che costituiscono la cornice di riferimento:

  1. tendere al benessere e al miglioramento della qualità della vita di tutte le persone che abitano un determinato territorio;
  2. favorire tra le persone di un territorio rapporti di buon vicinato e senso di appartenenza che creino i presupposti per la nascita di comunità solidali e attive;
  3. promuovere forme territoriali di partecipazione sociale e solidale, culturale ed ecologica o, provando a fornire un’altra chiave di lettura;
  4. prevenire possibili forme di isolamento, di esclusione sociale e distacco di individui e gruppi dalle relazioni sociali e dalle istituzioni del quartiere, prevenire il disagio giovanile cercando di raccogliere attentamente bisogni, desideri e difficoltà degli stessi, prevenire e mediare le tensioni o i conflitti generati dalle diverse caratteristiche delle diverse Culture e dei gruppi presenti sul territorio.