Progetti e Attività

Aufwertung der Kultur!
Presentazioni di libri, conferenze, proposte culturali per la periferia di Bolzano sono il motore della Rotonda, un contenitore e uno spazio che mensilmente si riempie di nuove narrazioni e nuove prospettive per ragionare e scambiare visioni sulla realtà che ci circonda! 

Solo l'ultima in ordine cronologico, la presentazione di "Senza Confini"!
«È necessario in tempi come questi immaginare modi nuovi e più efficaci per diffondere certi messaggi» «È necessario in tempi come questi immaginare modi nuovi e più efficaci per diffondere certi messaggi»

Un antropologo e un’artista visuale, le storie dei migranti, il loro linguaggio, i loro corpi: un progetto di ricerca e di impegno civile. "Senza confini" (Milieu Edizioni, 2018) è un progetto innovativo, una etnographic novel che unisce la ricerca antropologica con il racconto scritto e disegnato, che nasce dall’esigenza di dare uno sguardo nuovo alle storie del nomadismo contemporaneo. Una ragnatela di storie, incontri transnazionali la cui complessità e ricchezza sarebbe stata difficile da restituire con la sola forma scritta.

Francesca Cogni e Andrea Staid si sono incontrati con i loro due differenti approcci alla ricerca sociale e si sono impegnati per trovare un modo innovativo di raccontare l’esperienza vissuta dai migranti del nuovo millennio. Un pittore congolese che sogna l’Africa dalla periferia di Milano; un giornalista gambiano attivista e reporter del movimento dei rifugiati a Berlino; un militante turco scappato dal carcere e dalle torture; un “rifugiato al quadrato” palestinese di famiglia, siriano di nascita, berlinese per necessità; una rapper americana nata a Buffalo, cresciuta in Florida, emigrata in California che con i suoi testi racconta i margini della società occidentale; una ragazza rumena, che fa la volontaria in un casa del rifugiato a Milano…

"Senza confini" si concentra sulle esperienze del quotidiano, un limbo fatto di attesa e incertezza, sull’impossibilità di lavorare nell’attesa del permesso di soggiorno, che porta a uno stato di annichilimento giornaliero. Ma allo stesso tempo rende conto di tante forme di resistenza quotidiana su piccola e grande scala: la rivolta politica, i tentativi di raccontarsi in prima persona, la rivendicazione dei propri diritti, strategie e percorsi per uscire dall’etichetta di “rifugiato” e poter essere finalmente solo “persone”. Oltre a raccontare i vissuti si immagina una possibilità di avvenire migliore: un mondo nuovo dove l’unico straniero diventa la discriminazione

L'autrice e l'autore hanno presentato il loro lavoro lunedì 6 maggio alle 19:00 a La Rotonda - OfficineVispa, in via Alessandria 47B, a Bolzano.

FRANCESCA COGNI
Filmmaker e disegnatrice. La sua ricerca è da anni focalizzata su
migrazioni, lingue, meticciato. Ha condotto laboratori universitari in Italia, Gemania, Francia, Belgio, Tunisia, Messico. Ha realizzato diversi lavori visual: "42 – storie da un edificio mondo", "Sui bordi. Dove finisce il mare", la serie "Appunti di resistenze", "Tirhas",
"Neviaro".

ANDREA STAID
Antropologo, insegna alla Naba, dirige per Meltemi la collana Biblioteca /Antropologia. Per Milieu ha scritto "I dannati della metropoli"; "Gli arditi del popolo"; "Abitare illegale"; "Le nostre braccia", tutti ristampati più volte. I suoi libri sono tradotti in Grecia,

Spagna e Stati Uniti.


Per approfondimenti:
http://www.milieuedizioni.it/prodotto/senza-confini/
https://www.ilfattoquotidiano.it/2019/02/09/non-solo-migranti-storie-di-uomini-e-donne-in-lotta-per-i-propri-diritti-non-e-piu-il-tempo-della-poesia/4940709/
http://www.lavoroculturale.org/abbattere-confini-creolizzare-i-linguaggi/


Realizzazione: cooperativa sociale OfficineVispa, in sinergia con la libreria due punti di Trento e con il sostegno di: Città di Bolzano - Stadt Bozen, Assessorato alle Politiche sociali, alla Cultura ed al Patrimonio